News

05 febbraio 2019

Misure eccezionali di sostegno del mercato avicolo Reg. UE 1506/2018

Il regolamento UE n. 1506 del 28/10/2018 ha stabilito un sistema di aiuti al fine di compensare le perdite di reddito subite dai produttori italiani delle uova e del pollame, a seguito dell'insorgere dell'influenza aviaria rilevata e notificata dall'Italia il 30 aprile 2016 e per la quale sono state applicate misure veterinarie e di polizia sanitaria a livello unionale e nazionale fino al 28 settembre 2017.

Il reg. 1506/2018 è stato applicato dall'Italia con il DM del 25 ottobre 2018 a seguito del quale AGEA Coordinamento ha pubblicato la propria circolare applicativa n. 6228 del 24.1.2019.

La circolare applicativa di AGEA nr. 6628/2019 stabilisce che le domande dovranno essere presentate dagli interessati presso l'organismo pagatore competente territorialmente, entro l'11 Marzo 2019, con modalità stabilite da ciascun Organismo pagatore.

Ad oggi ARTEA non ha ancora provveduto a stabilire le proprie procedure né ad attivare la relativa modulistica in quanto non ha riscontrato la presenza in Toscana di aziende avicole con le caratteristiche previste per accedere agli aiuti in oggetto.

Si ricorda che l'articolo 3 del DM 25/10/2018, richiamato nella circolare applicativa di AGEA coordinamento nr. 6228/2019, stabilisce che possono beneficiare delle compensazioni previste dal reg. 1506/2018 i seguenti soggetti:

a) imprese produttrici di uova da cova;

b) imprese produttrici di pulcini;

c) imprese di allevamento di ovaiole e di pollame da carne;

d) centri d'imballaggio di uova

che siano in grado di dimostrare, mediante documentazione costituita dai registri ufficiali delle Aziende o da altra documentazione contabile, sanitaria e commerciale, i danni indiretti subiti in conseguenza dell'attuazione delle misure sanitarie per contenere la suddetta epidemia, nel periodo compreso tra il 30 Aprile 2016 ed il 28 Settembre 2017.

Invitiamo pertanto, le eventuali aziende avicole interessate a segnalare al ns. Ufficio Tecnico, nei tempi più brevi possibili, le eventuali tipologie produttive ammissibili a richiedere gli aiuti in oggetto.

Nel caso si riscontrasse l'esistenza di aziende avicole eligibili per le compensazioni previste dal reg. UE 1506/2018 richiederemo ad ARTEA l'immediata attivazione delle procedure e della modulistica necessaria.