News

08 agosto 2019

Nuovi obblighi di comunicazione delle operazioni di imbottigliamento

In applicazione del Decreto Ministeriale 7552/2018 (Sistema dei controlli e vigilanza sui vini a DO e IG), dal prossimo 1 agosto 2019 entrano in vigore i nuovi Piani di controllo dei vini DO e IG.

L'articolo 9 del Decreto modifica quanto previsto dal precedente Decreto ministeriale 794/2012, non prevedendo più, per gli imbottigliatori dei vini che prevedono il contrassegno come sistema di rintracciabilità, l'esonero di dover comunicare all’Ente di controllo la conclusione delle operazioni di imbottigliamento.

Quindi, come confermatoci da un'odierna nota ministeriale, a prescindere dal sistema di rintracciabilità adottato (contrassegno o lotto), dal prossimo 1 agosto 2019 gli imbottigliatori, entro 7 giorni dalla conclusione delle operazioni di imbottigliamento, dovranno comunicare all’Ente di controllo preposto (TCA e Valoritalia) l'avvenuto imbottigliamento, con le stesse modalità già utilizzate per i vini senza contrassegni.

Non è più prevista, per gli operatori di cui all'articolo 6, comma 13, del DM 794/2012 che utilizzano il lotto come sistema di rintracciabilità, la possibilità di una comunicazione riepilogativa mensile delle operazioni di imbottigliamento, che tuttavia permane per le vendite dirette di prodotto direttamente al consumatore finale (Articolo 9 comma 6).

Il Decreto è qui di seguito allegato.