News

23 marzo 2020

DPCM 22 marzo 2020 - la nuova stretta per contenere l'emergenza coronavirus

Ieri sera il Presidente del Consiglio dei Ministri ha firmato il decreto che definisce le attività essenziali che potranno continuare ad essere aperte (si veda il testo e l'allegato 1 del DPCM 22 marzo 2020 riportato qui di seguito e nell'apposita sezione "Emegenza Coronavirus 2" in home page).

Il decreto è in vigore da stamattina, lunedì 23 marzo, e prevede tempo per completare la chiusura delle aziende non ritenute essenziali fino a mercoledì 25 p.v.

Il decreto autorizza il proseguimento delle attività che erogano servizi di pubblica utilità o servizi essenziali (si veda l'elenco riportato in allegato 1) e che continueranno a rimanere aperte dopo questa nuova stretta per contenere l'epidemia del Coronavirus.

Le imprese le cui attività sono sospese per effetto del decreto avranno tempo fino al 25 marzo per completare le attività necessarie alla sospensione, «compresa la spedizione della merce in giacenza».

Le attività che, con il provvedimento, vengono sospese, «possono comunque proseguire se organizzate in modalità a distanza o lavoro agile».

Le disposizioni producono gli effetti da stamani mattina 23 marzo e sono efficaci fino al 3 aprile 2020.

Seguiranno commenti a riguardo.


Documenti allegati

DPCM 22 marzo 2020.pdf

3901.57 kb