Si comunica che, anche per quest’annata, la scrivente, per tramite dell’APOT (nostra Associazione Produttori Olivicoli Toscani) sta realizzando un progetto per incentivare il mantenimento e la rimessa a coltura degli oliveti, attualmente in stato di abbandono, ad alto valore ambientale e paesaggistico, tipici di alcune zone toscane, caratterizzati da terrazzamenti o da forte pendenza e con altitudine di almeno 300 m s.l.m.

Il progetto prevede la rimessa in coltura di tali oliveti prevedendo per i conduttori contributi per la realizzazione di potature di riforma tali da indurre un ripristino delle coltivazioni presenti, con una riduzione dei costi di produzione permettendo così di continuare a coltivare ed accudire il patrimonio olivicolo presente sulle nostre colline.

L’azione del progetto prevede l’individuazione delle aree idonee, e delle aziende interessate ad effettuare i richiamati interventi di potatura di riforma, nonché la definizione degli interventi di potatura degli olivi presenti e delle relative verifiche sulle attività effettuate. Le operazioni di potatura di riforma saranno esclusivamente rivolte alla modifica della forma di allevamento delle piante presenti in azienda, con interventi sulle branche primarie, al fine di abbassare la parte produttiva della pianta per migliorare la qualità del prodotto e ridurre i rischi della operazione di raccolta.

Invitiamo pertanto gli interessati a prendere direttamente contatto con i nostri uffici al fine di ricevere, più in dettaglio, indicazioni in merito. Precisiamo che il progetto è in fase di elaborazione e conseguentemente, molti aspetti operativi sono ancora in fase di definizione.

Questi i riferimenti: 0577.533235 e-mail  assistenzatecnica@confagricolturasiena.it -Tatiana Ercoli