In primo piano

Dichiarazioni obbligatorie di vendemmia e di produzione di vino e/o mosto della campagna vitivinicola 2022/2023

Ott 13, 2022 | novità

Informiamo i Soci che in base al DM n. 5811 del 26 ottobre 2015 inerente le disposizioni nazionali relative alle dichiarazioni di vendemmia e di produzione vinicola i termini di presentazione delle dichiarazioni sono rimasti i medesimi degli anno scorso. Pertanto per la campagna 2022/2023, sono previsti due specifici adempimenti: uno riferito alla dichiarazione della raccolta delle uve entro il 15 novembre, ed uno successivo riferito alla compilazione degli altri quadri relativi alla produzioni di vini e mosti, ma solo per aziende che acquistano uve, da presentarsi entro il 15 dicembre.

Inoltre si evidenzia che la dichiarazione deve essere presentata anche se la produzione di uva nella campagna interessata è stata pari a zero, anche in presenza di vigneti non produttivi in quanto di recente impianto, così come disposto all’articolo 3 del DM sopra citato.

Per quanto concerne la definizione dei termini di presentazione da parte del Mipaf, si evidenzia fin da ora come, nonostante l’impegno di Confagricoltura, il quadro complessivo porta a ritenere improbabile ottenere anche per quest’anno la proroga dei termini di presentazione della dichiarazione di vendemmia prevista per il 15 novembre.

La dichiarazione di vendemmia è già presentabile tramite apposita istanza sul sito internet di ARTEA.

Invitiamo i Soci a prendere appuntamento con l’Ufficio Tecnico per ottemperare a tale adempimento entro i termini stabiliti dalla normativa vigente.

Le ultime novità