In primo piano

PSR 2023-27 Intervento SRA 29 “Agricoltura biologica” Bando 2023

Mag 4, 2023 | Novità

E’ stato approvato  dalla regione Toscana il bando 2023 dell’intervento SRA29 “Pagamento al fine di adottare e mantenere pratiche e metodi di produzione biologica” con il decreto dirigenziale n. 8246 del 21/4/2023 e relativo allegato B (in allegato).

Rimandando alla lettura completa del bando  si evidenziano alcuni elementi di particolare rilevanza, in particolare quelli che si differenziano rispetto alla misura 11.1 e 11.2 del precedente PSR 2014-22:

  1. Termini di presentazione delle domande: al momento attuale il termine è stabilito al 15/5/2023. Tale termine è legato a quello per la presentazione delle domande uniche 2023. Non si hanno attualmente informazioni certe circa la possibile proroga;
  2. Il periodo d’impegno quinquennale decorre dal 1/1/2023 al 31/12/2027.  L superfici ammesse al sostegno devono essere condotte dall’azienda beneficiaria a partire dal 1/1/2023. Le superfici condotte successivamente a tale data sono ad impegno ma non a premio;
  3. Le superfici che sono già state precedentemente notificate bio e che hanno ricevuto aiuti a valere sulla corrispondente misura nell’ambito del PSR 2007-13 (mis. 214) o 2014-22 (mis. 11) e che successivamente sono state ritirate dall’applicazione dei disciplinari biologici e poi nuovamente sottoposte ai disciplinari bio possono accedere esclusivamente all’intervento  SRA29.2 “Mantenimento”;
  4. Il par. 5 del bando specifica i criteri di selezione. Le principali novità sono rappresentate dai criteri “Commercializzazione prodotti certificati biologici in punti vendita dedicati (vendita diretta in azienda) o tramite canali online propri” e  “Adesione ad un distretto biologico di cui alla L.R. 51/2019”;
  5. E’ intenzione della Regione, compatibilmente con la dotazione finanziaria complessiva disponibile attualmente stabilita a 204 milioni € per l’intero quinquennio (ma la dotazione sarà aumentata a circa 250 milioni),  finanziare tutte le domande presentate. Pertanto non si prevede che sarà necessario redigere la graduatoria (prevista entro il 30/9/2023) per stabilire le domande finanziate e quelle che non lo saranno;
  6. IMPORTANTE! Per poter finanziare tutte le domande valide presentate sarà applicata una riduzione progressiva (degressività) del contributo spettante come specificato al § 6 del bando: anno 2023 – 70%, anno 2024 – 60%, anni 2025/6/7 – 30%;
  7. Inadempienze: non è stata ancora pubblicata l’apposita delibera di giunta regionale che stabilirà le tipologie e i livelli di inadempienza e relative sanzioni;
  8. Il § 8.1 del bando riassume le combinazioni e i cumuli con altri interventi del PSR 2023-27, del PSR 2014-22 eventualmente ancora in atto, e con gli Ecoschemi del 1° pilastro. Il valore delle eventuali decurtazioni dei pagamenti e le modalità di applicazione di tali decurtazioni saranno definiti con apposito atto regionale di prossima pubblicazione;
  9. beneficiari della misura 11 del PSR 2014-22 il cui impegno scade al 15/5/2023 possono aderire alla SRA29, gli sarà applicata una decurtazione del premio SRA29 calcolata in base al periodo di sovrapposizione dei 2 impegni tra 1/1/2023 e 15/5/2023;
  10. Le superfici per essere ammissibili alla SRA29  devono essere state notificate precedentemente al 15/3/2023;
  11. I beneficiari della SRA29 sono soggetti al rispetto della disciplina della Condizionalità (DM Masaf 9/3/2023), della Condizionalità Sociale (decreto Interministeriale n. 664304 del 28/12/2022);
  12. La graduatoria delle domande ammesse finanziate e non finanziate, nonché delle domande non ammissibili, sarà pubblicata entro il 30/9/2023. Come detto, però,  è previsto di finanziare tutte le domande presentate applicando la “degressività” del contributo, in questo caso la graduatoria non sarà necessaria se non per individuare le domande ammissibili e non ammissibili;
  13. Le domande SRA29 sono ad UTE, tutta la superficie dell’UTE è a impegno. Anche nel caso di più UTE ad impegno deve essere presentata 1 sola domanda. In domanda il beneficiario potrà escludere dal premio parte della superficie ad impegno (SOI);
  14. IMPORTANTE! Differentemente dalle precedenti programmazioni dello sviluppo rurale,  nel corso del quinquennio d’impegno (1/1/2023 – 31/12/2027) in caso di riduzione della superfice ad impegno si applica una soglia del 20%: se la riduzione di SOI è  inferiore al 20% non viene applicato nessun recupero di quanto precedentemente percepito sulle superfici “uscite” dall’impegno. Nel caso la riduzione sia superiore al 20% della SOI l’impegno decade definitivamente, con recupero integrale di quanto percepito fino a quel momento nelle campagne precedenti;
  15. La disciplina del subentro (§ 18) resta sostanzialmente invariata rispetto alla precedente programmazione PSR.

SRA 29 bando 2023 Decreto_n.8246_del_21-04-2023

SRA 29 bando 2023 All_B Dcr. RT n. 8246_21-04-2023