Sviluppo rurale

E' stato approvato con Decreto n. 9741 il bando PSR relativo ai “ Progetti integrati di filiera” (PIF) nel comparto Agroalimentare.

I progetti potranno essere presentati dal 25 luglio fino alle ore 13.00 del giorno 10 novembre 2017.

In ragione di ciò, sinteticamente, di seguito riportiamo alcune ipotesi di progetto, scaturite nella riunione tenutasi a Siena il 12 luglio u.s.

PROPOSTE PARTECIPAZIONI A FILERE

1) PIF: LINO BIOLOGICO

FILIERA: produzione di lino da parte delle Aziende Agricole biologiche con trasformazione in OLIO da parte del capofila

CAPOFILA: industria di trasformazione specializzata in lavorazione di semi di oleaginose

PARTECIPANTI: Aziende Agricole certificate biologiche intenzionate a coltivare Lino (varietà da Olio) per produrre semi di lino e fare investimenti (partecipanti diretti) oppure a coltivare lino da olio e conferire semi di lino alla filiera (partecipanti indiretti) . Il Lino entra nella rotazione agronomica come una coltura da rinnovo (alla stregua del girasole) ma può essere coltivata in tutti i tipi di terreno ed ha un altro vantaggio importante che è quello di non essere appetibile agli ungulati selvatici (prevalentemente cinghiale).

2) ACCORDI DI FILIERE BIOLOGICHE

- FILIERA PRODOTTI ZOOTECNICI BIOLOGICI : possibilità di sottoscrivere contratti di coltivazione anche pluriennali con importante azienda marchigiana biologica interessata ad acquistare prodotti zootecnici biologici nel centro Italia, quali: favino, pisello proteico, soia, mais, sorgo, grano tenero.

- FILIERA CEREALI BIOLOGICI: possibilità di sottoscrivere contratti di coltivazione anche pluriennali con una importante cooperativa marchigiana che produce pasta biologica interessata ad acquistare cereali biologici, prevalentemente grano duro anche di varietà antiche (Cappelli).Per entrambe le filiera l’idea è di individuare nella provincia di Siena una piattaforma in cui stoccare i prodotti biologici conferiti dagli agricoltori che stipulano contratto di coltivazione.