In primo piano

Sanzioni in caso di mancato utilizzo delle autorizzazioni di nuovo impianto di superfici vitate

Nov 21, 2022 | novità

Il MIPAAF ha diffuso la nota Prot. n. 543529 del 25 ottobre 2022 che chiarisce la non applicabilità delle sanzioni previste dalla legge 238/2016 (tre anni di esclusione da misure dell’OCM vino e sanzioni fino a 1500 euro/ha) in caso di non utilizzo delle autorizzazioni di nuovo impianto per cause di forza maggiore e circostanze eccezionali. La nota è il risultato di un confronto fra Regioni e MIPAAF sollecitato da Confagricoltura dopo aver verificato che per alcune Regioni le indicazioni riportate nella prima risposta del MIPAAF Prot. n. 346904 del 5 agosto 2022 a specifico quesito della Confederazione, non erano considerate sufficientemente chiare per poter procedere alla mancata applicazione delle sanzioni previste.

Si rammenta che la richiesta della Confagricoltura mirava a tutelare i titolari di autorizzazione del 2019 scadute nel 2022 che non hanno potuto utilizzare le autorizzazioni in loro possesso per cause legate alla situazione geopolitica ed economico-sanitaria contingente.

Il MIPAAF ha, sin dal principio sostenuto la nostra istanza asserendo che la difficoltà a mantenere gli impegni “non dipende in nessun modo dalla volontà degli interessati in quanto assolutamente imprevista ed imprevedibile”.

Dopo l’ultimo confronto con le Regioni a chiarimento ulteriore il MIPAAF nella nota in oggetto evidenzia che “la trascorsa pandemia da Covid i cui effetti continuano a manifestarsi, e la crisi internazionale dovuta al conflitto in Ucraina possono essere qualificate come circostanze di forza maggiore”.

In più è stata ampliata la mancata applicazione delle sanzioni anche alle autorizzazioni in scadenza al 31 dicembre 2022 ovvero anche quelle assegnate nel 2017 e 2018 che erano state prorogate di uno o due anni.

La nota Ministeriale sopra citata e qui di seguito reperibile.

MIPAAF-2022-0543529-Allegato-notasusanzioni24ott22

 

Le ultime novità